#volgoarte Instagram Photos & Videos

volgoarte - 202k posts

Top Posts

Latest Instagram Posts

  • Questa è una cartolina della guerra etiopica, l'autore è Enrico de Seta (che poi negli anni 40 lavora con Fellini a fare caricature) .
.
fa parte di una serie di cartoline che celebravano l'esercito ed erano molto diffuse. Tutte molto scherzose e divertenti.
.
.
ecco, ridendo e scherzando, questo militare sta spruzzando insetticida sulla gente; gente africana che è rappresentata piccola come insetti. E cartoline come questa circolavano in abbondanza quando non c’era whatsapp :-D
.
.
Nel tempo in cui viviamo noi, le immagini pubblicitarie o di uso comune hanno una funzione molto vicina a quella dei grandi cicli affreschi nei secoli passati.
.
.
Le immagini che siamo in grado di tollerare, le immagini che vogliamo impersonare, o che semplicemente ammiriamo, parlano di noi, di come vediamo il mondo.
.
.
perciò ancora una volta, una storia fatta con le immagini serve pure a farci domande sul nostro presente, su come lo vogliamo gestire.
.
.
e non mi stancherò mai di ripetere che la storia serve, pure la storia dell’arte, perché è storia pure quella
.
.
#storia #storiadellarte #immagiji #cultura #studio #lunedì #studiomatto #me #volgoarte #iconografia #iconologia #etiopia #cartoline #fumettiitaliani #fumetto #barzelletta #barzellettesquallide
  • Questa è una cartolina della guerra etiopica, l'autore è Enrico de Seta (che poi negli anni 40 lavora con Fellini a fare caricature) .
    .
    fa parte di una serie di cartoline che celebravano l'esercito ed erano molto diffuse. Tutte molto scherzose e divertenti.
    .
    .
    ecco, ridendo e scherzando, questo militare sta spruzzando insetticida sulla gente; gente africana che è rappresentata piccola come insetti. E cartoline come questa circolavano in abbondanza quando non c’era whatsapp :-D
    .
    .
    Nel tempo in cui viviamo noi, le immagini pubblicitarie o di uso comune hanno una funzione molto vicina a quella dei grandi cicli affreschi nei secoli passati.
    .
    .
    Le immagini che siamo in grado di tollerare, le immagini che vogliamo impersonare, o che semplicemente ammiriamo, parlano di noi, di come vediamo il mondo.
    .
    .
    perciò ancora una volta, una storia fatta con le immagini serve pure a farci domande sul nostro presente, su come lo vogliamo gestire.
    .
    .
    e non mi stancherò mai di ripetere che la storia serve, pure la storia dell’arte, perché è storia pure quella
    .
    .
    #storia #storiadellarte #immagiji #cultura #studio #lunedì #studiomatto #me #volgoarte #iconografia #iconologia #etiopia #cartoline #fumettiitaliani #fumetto #barzelletta #barzellettesquallide
  • 5 0 10 minutes ago
  • Il Crocifisso del Cimabue (Arezzo 2019)
  • Il Crocifisso del Cimabue (Arezzo 2019)
  • 7 1 21 minutes ago
  • Vi siete mai chiesti perché vi chiamate col vostro nome?
Molti diranno che è il nome di uno dei due nonni. Ed infatti il mio era il nome di mio nonno paterno. Ma perché lui si chiamava così? Secondo figlio, primo del suo nome, che legami diretti con la Campania non ne ha, essendo il Santo nato a Siena e morto in Abruzzo. 
Ho sempre immaginato, sin da bambino, che il nome fosse stato importato da un suo zio Domenico (siamo verso la metà del 1800) che era monaco benedettino a Vallombrosa in Toscana e che da lì sia scaturito tutto. Aggiungi alcune suppellettili di cristallo col giglio fiorentino, la suggestione toscana usciva rafforzata.
Sue immagini ne ho cercate per anni e, prima di internet, non è stato semplice. Un piccolo ritratto lo scovai nel 2007 a santa Maria in ara coeli, chiesa accanto al Campidoglio. Poi l'ho ritrovato ovunque: in più affreschi custoditi a Capodimonte e ad Afragola. In un mosaico dietro l'altare maggiore della Basilica di Sant'Antonio, dove Bernardino istruisce a Antonio, e poi nell'oratorio della Basilica, il quadro che qui posto.
Figura affascinante, aristocratico colto ma vicino al popolo, predicatore ed evangelizzatore. Ha percorso a piedi quasi tutta la penisola. Famose le sue prediche sulla attualità, sulla società, sul diritto e sull'economia. Autore latino e tra i primi esponenti della letteratura italiana. Sua è la famosa frase "parla chiarozzo chiarozzo acciò che chi ode ne vada contento ed illuminato e non imbarbagliato". Divenne santo dopo soli 6 anni dalla morte, avvenuta a L'Aquila (dove è sepolto) nel 1444. Amatissimo da Papa Luciani, Dottore della Chiesa, è stato dopo San Francesco, il francescano più rivoluzionario ed inventore del simbolo di Cristo (il cd. Cristogramma IHS) che lo ha reso di fatto il primo grafico pubblicitario della storia. 
Il Santo sorridente, lo chiamava Papa Giovanni Paolo I.
Ciò detto, oggi è San Bernardino e non posso che fare gli auguri a Lui e gli auguri a me!
  • Vi siete mai chiesti perché vi chiamate col vostro nome?
    Molti diranno che è il nome di uno dei due nonni. Ed infatti il mio era il nome di mio nonno paterno. Ma perché lui si chiamava così? Secondo figlio, primo del suo nome, che legami diretti con la Campania non ne ha, essendo il Santo nato a Siena e morto in Abruzzo.
    Ho sempre immaginato, sin da bambino, che il nome fosse stato importato da un suo zio Domenico (siamo verso la metà del 1800) che era monaco benedettino a Vallombrosa in Toscana e che da lì sia scaturito tutto. Aggiungi alcune suppellettili di cristallo col giglio fiorentino, la suggestione toscana usciva rafforzata.
    Sue immagini ne ho cercate per anni e, prima di internet, non è stato semplice. Un piccolo ritratto lo scovai nel 2007 a santa Maria in ara coeli, chiesa accanto al Campidoglio. Poi l'ho ritrovato ovunque: in più affreschi custoditi a Capodimonte e ad Afragola. In un mosaico dietro l'altare maggiore della Basilica di Sant'Antonio, dove Bernardino istruisce a Antonio, e poi nell'oratorio della Basilica, il quadro che qui posto.
    Figura affascinante, aristocratico colto ma vicino al popolo, predicatore ed evangelizzatore. Ha percorso a piedi quasi tutta la penisola. Famose le sue prediche sulla attualità, sulla società, sul diritto e sull'economia. Autore latino e tra i primi esponenti della letteratura italiana. Sua è la famosa frase "parla chiarozzo chiarozzo acciò che chi ode ne vada contento ed illuminato e non imbarbagliato". Divenne santo dopo soli 6 anni dalla morte, avvenuta a L'Aquila (dove è sepolto) nel 1444. Amatissimo da Papa Luciani, Dottore della Chiesa, è stato dopo San Francesco, il francescano più rivoluzionario ed inventore del simbolo di Cristo (il cd. Cristogramma IHS) che lo ha reso di fatto il primo grafico pubblicitario della storia.
    Il Santo sorridente, lo chiamava Papa Giovanni Paolo I.
    Ciò detto, oggi è San Bernardino e non posso che fare gli auguri a Lui e gli auguri a me!
  • 6 5 29 minutes ago
  • 25 1 1 hour ago
  • L’uomo che misura le nuvole - Jan Fabre - retro
  • L’uomo che misura le nuvole - Jan Fabre - retro
  • 38 1 1 hour ago
  • 🌞
  • 🌞
  • 97 5 1 hour ago
  • Fermezza
  • Fermezza
  • 151 3 1 hour ago
  • Sala Verde del Palazzo Compagni a Firenze
•
•
•
Episodi dell’Orlando furioso dipinti da Giuseppe Antonio Fabbrini, 1787.
  • Sala Verde del Palazzo Compagni a Firenze



    Episodi dell’Orlando furioso dipinti da Giuseppe Antonio Fabbrini, 1787.
  • 17 1 2 hours ago
  • Carlos Amorales - L’ora dannata 🦋🦋 15.000 farfalle popolano la @fondazionepini
  • Carlos Amorales - L’ora dannata 🦋🦋 15.000 farfalle popolano la @fondazionepini
  • 90 3 2 hours ago
  • 👨🏻‍🎨 Autore: Sandro Botticelli
Opera: particolare della Madonna del Magnificat
Data: 1481
Tecnica: tempera su tavola
Ubicazione: Galleria degli Uffizi, Firenze 👩🏻‍🎨
Incoronata dagli angeli, la Vergine è raffigurata seduta in trono, in atto di scrivere su un libro, sotto la guida del figlio, il cantico “Magnificat anima mea Dominum” (La mia anima magnifica il Signore), da cui deriva il titolo con cui quest’opera è nota. La scena si svolge davanti a una finestra che si apre su un chiaro e sereno paesaggio campestre; in alto, la cornice in pietra serena crea un diaframma divisorio fra il regno celeste e il mondo terreno. Il tema sacro assume comunque connotazioni quasi mondane nell’eleganza dell’acconciatura di Maria e degli angeli. Sui capelli biondi rischiarati dalla finitura d’oro, la Vergine indossa veli trasparenti sotto il maphorion riccamente ornato. L’originalità dell’invenzione, la sofisticata eleganza delle vesti e delle acconciature, la grazia del volto assorto di Maria, hanno reso celebre nei secoli l’invenzione di Botticelli, le cui figure incarnano un ideale di bellezza molto apprezzato nel XX secolo.
Non sappiamo quale fosse l’originale destinazione del dipinto, acquistato nel 1784 da una collezione privata. (Tratto da: https://www.uffizi.it)
Tag #ARTS_iLLife 🌐🌐🌐
The Artist @rossella_ferrati 🎤
👏🏆CONGRATULATIONS!!🏆👏➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖
PIC CHOSEN BY
@michilav 🇮🇹
➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖
F/A  @ciccimura 🇮🇹
ADMIN: @queenpolli 🇮🇹
ADMIN: @michilav 🇮🇹
CONSULTANT @ilvagamondo🇺🇸
#family_illife
➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖
ARTS_iLLife is Member of @HUBS_iLLife
Please visit its galleries
➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖
ID Tag #illARTS_rossella_ferrati ➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖
  • 👨🏻‍🎨 Autore: Sandro Botticelli
    Opera: particolare della Madonna del Magnificat
    Data: 1481
    Tecnica: tempera su tavola
    Ubicazione: Galleria degli Uffizi, Firenze 👩🏻‍🎨
    Incoronata dagli angeli, la Vergine è raffigurata seduta in trono, in atto di scrivere su un libro, sotto la guida del figlio, il cantico “Magnificat anima mea Dominum” (La mia anima magnifica il Signore), da cui deriva il titolo con cui quest’opera è nota. La scena si svolge davanti a una finestra che si apre su un chiaro e sereno paesaggio campestre; in alto, la cornice in pietra serena crea un diaframma divisorio fra il regno celeste e il mondo terreno. Il tema sacro assume comunque connotazioni quasi mondane nell’eleganza dell’acconciatura di Maria e degli angeli. Sui capelli biondi rischiarati dalla finitura d’oro, la Vergine indossa veli trasparenti sotto il maphorion riccamente ornato. L’originalità dell’invenzione, la sofisticata eleganza delle vesti e delle acconciature, la grazia del volto assorto di Maria, hanno reso celebre nei secoli l’invenzione di Botticelli, le cui figure incarnano un ideale di bellezza molto apprezzato nel XX secolo.
    Non sappiamo quale fosse l’originale destinazione del dipinto, acquistato nel 1784 da una collezione privata. (Tratto da: https://www.uffizi.it)
    Tag #ARTS_iLLife 🌐🌐🌐
    The Artist @rossella_ferrati 🎤
    👏🏆CONGRATULATIONS!!🏆👏➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖
    PIC CHOSEN BY
    @michilav 🇮🇹
    ➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖
    F/A @ciccimura 🇮🇹
    ADMIN: @queenpolli 🇮🇹
    ADMIN: @michilav 🇮🇹
    CONSULTANT @ilvagamondo🇺🇸
    #family_illife
    ➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖
    ARTS_iLLife is Member of @HUBS_iLLife
    Please visit its galleries
    ➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖
    ID Tag #illARTS_rossella_ferrati ➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖
  • 323 7 2 hours ago
  • 19/02/2019
  • 19/02/2019
  • 37 3 4 hours ago
  • Bivio
  • Bivio
  • 340 29 6 hours ago
  • Santa Croce | Nardo di Cione | particolare di “Madonna col Bambino” | tempera su tavola 1365 | 🇬🇧 detail of “Madonna and Child” | tempera in woofer 1365 | #firenze #santacroce #nardodicione
  • Santa Croce | Nardo di Cione | particolare di “Madonna col Bambino” | tempera su tavola 1365 | 🇬🇧 detail of “Madonna and Child” | tempera in woofer 1365 | #firenze #santacroce #nardodicione
  • 610 5 6 hours ago
  • _________________________________________________
.

X📍Incredulità di San Tommaso (1602) di (Michelangelo Merisi) da #Caravaggio. Galleria Degli Uffizi 
X📍Annunciata - #antonellodamessina 
Palazzo Abatellis- Palermo 
X📍Galleria degli Uffizi 
X📍Scudo con Testa do Medusa (1598) #Caravaggio - Galleria degli Uffizi 
X📍Sacra famiglia con San Giovaninno “Tondo Doni”- (1504) #Michelangelo -
X📍Ritratto di Eleonora di Toledo con  il figlio Giovanni de’ Medici - (1545)
#Bronzino -
X📍Ritratto di Maria de’ Medici - 
Bronzino - (1551) -
X📍Ritratto di Cosimo I con l’armatura Bronzino (1543-1536) -
X📍 Venere (1490) #LorenzoDiCredi -
X📍#Galleria degli Uffizi -
C📍 Sacra famiglia di Parte Guelfa - (1485-1490) Luca #Signorelli -
C📍Madonna do Magnificat 
Sandro #Botticelli -
X📍 Trinità, Madonna col Bambino, l’Arcangelo Michele, l’Arcangelo Gabriele, sant’Agostino e sant’Atanasio d’Alessandria (1510)
- Luca Signorelli

X📍Laocoonte e I Suoi figli - Agesandro, Atenodoro di Rodi e Polidoro
  • _________________________________________________
    .

    X📍Incredulità di San Tommaso (1602) di (Michelangelo Merisi) da #Caravaggio . Galleria Degli Uffizi
    X📍Annunciata - #antonellodamessina
    Palazzo Abatellis- Palermo
    X📍Galleria degli Uffizi
    X📍Scudo con Testa do Medusa (1598) #Caravaggio - Galleria degli Uffizi
    X📍Sacra famiglia con San Giovaninno “Tondo Doni”- (1504) #Michelangelo -
    X📍Ritratto di Eleonora di Toledo con il figlio Giovanni de’ Medici - (1545)
    #Bronzino -
    X📍Ritratto di Maria de’ Medici -
    Bronzino - (1551) -
    X📍Ritratto di Cosimo I con l’armatura Bronzino (1543-1536) -
    X📍 Venere (1490) #LorenzoDiCredi -
    X📍 #Galleria degli Uffizi -
    C📍 Sacra famiglia di Parte Guelfa - (1485-1490) Luca #Signorelli -
    C📍Madonna do Magnificat
    Sandro #Botticelli -
    X📍 Trinità, Madonna col Bambino, l’Arcangelo Michele, l’Arcangelo Gabriele, sant’Agostino e sant’Atanasio d’Alessandria (1510)
    - Luca Signorelli

    X📍Laocoonte e I Suoi figli - Agesandro, Atenodoro di Rodi e Polidoro
  • 474 13 11 hours ago